Stando ai trailer è un film da fare accapponare la pelle. Esce venerdì 13 (facciamo gli scongiuri) nelle sale italiane “2012″ la pellicola di Roland Emmerich che ha preso spunto dalla data indicata nel calendario dei Maya e parla della fine del Mondo.

Oltre due ore e mezzo scorrono in maniera avvincente. Roland Emmerich, regista di altri disaster movie come “Independence Day” e “The day after Tomorrow”, parte dall’antica profezia e racconta la catastrofe ambientale del nostro pianeta dovuta all’instabilità del clima e alla follia dell’intera umanità.

Infatti proprio durante un immaginario G8 del 2010 in Spagna, i paesi più industrializzati decideranno come cercare di salvare l’umanità rispetto ad un’imminente catastrofe.
Nel cast John Cusack, Chiwetel Ejiofor, Amanda Peet, Oliver Platt, Thandie Newton, Danny Glover e Woody Harrelson. Il film mostra la tragedia sia dal punto di vista dei potenti che delle persone comuni.

Bellissimi gli effetti speciali che regalano al pubblico autentiche scariche di adrenalina. Come nella migliore tradizione americana il film, distribuito in 600 copie dalla Sony, è ricchissimo di effetti, ma anche di tanti buoni sentimenti.

L’Italia, per esempio, è descritta come un popolo che prega in attesa della tragedia. E durante una cerimonia che si svolge in una Cappella Sistina stracolma di fedeli, compreso il premier italiano che preferisce pregare piuttosto che mettersi in salvo, accade quello che accade. Come va a finire guardatelo sul trailer.

Scrivi un commento

*