BERGAMO — “Leggendo gli articoli della Finanziaria mi sono parse evidenti alcune storture. Fra cui quella che penalizza fortemente le persone invalide che rischiano di vedere cancellato il loro assegno di invalidità”. E’ la denuncia del fondatore di Forza Italia a Bergamo, Gianantonio Arnoldi che ha alzato il velo sulle conseguenze drammatiche di taluni articoli della manovra al vaglio del parlamento.

“Non si può dire che non si fanno pagare le tasse agli italiani e poi si tolgono contributi che, per quanto piccoli, sono indispensabili per gli invalidi. Questa è di fatto una tassa perché toglie un contributo a persone deboli, molto deboli”, prosegue Arnoldi.

“Non può esistere una manovra finanziaria che colpisce persone che hanno invalidità che vanno dal 67 all’85 per cento, quindi di invalidità piuttosto serie. Due mesi fa è stato fatto uno scudo fiscale che ha fatto rientrare in Italia capitali oggetto di evasione fiscale, di provenienze strane, pagando percentuali ridicole. Facciamo pagare un po’ di più alle persone che hanno uno strano rapporto con il fisco, e evitiamo di colpire persone deboli come gli invalidi”.

Scrivi un commento

*