SEPANG, Malesia — Dopo il tempo del dolore arriva quello delle polemiche per i soccorsi, tutt’altro che professionali, avvenuti subito dopo l’incidente a Marco Simoncelli.

In un video postato su YouTube sono ritratti i momenti convulsi dei primi soccorsi al pilota e si vede un gruppo di soccorritori che trasporta via, di fretta e sembrerebbe senza cura, il pilota 24enne della Honda, peraltro presumibilmente già morto. Uno dei soccorritori, inoltre, inciampa e fa cadere la barella a terra.

Nel video si vede anche che tra le persone che, una volta fatta superare il guard rail alla barella, aiutano a caricare Simoncelli nell’ambulanza, c’è anche Paolo, il padre del pilota, che ha raggiunto il luogo dell’incidente, nella contropista, con il motorino.

Il filmato è chiaro: quando Paolo Simoncelli si rende conto che sulla barella c’è il figlio lascia cadere il motorino e si precipita a dare una mano ai soccorritori. La Dorna, nella conferenza stampa successiva al tragico evento, aveva definito i soccorsi “tempestivi ed efficaci”.

Scrivi un commento

*