BERGAMO — Strano partito il Pdl di Bergamo. Una formazione politica nella quale ci sono 27enni che annunciano che non si ricandideranno per lasciare spazio ai più giovani. E sessantenni che stanno sulla stessa poltrona da anni e non hanno la benché minima intenzione di mollare.

E così accade che Alessandro Sorte, giovane leader di uno dei gruppi più strutturati all’interno del Popolo della libertà bergamasco, annunci ai suoi ragazzi che non si ricandiderà alla carica di consigliere provinciale. Lo ha fatto ieri sera durante la presentazione dell’associazione pidiellina “iGiovani”, alla Casa del giovane di Bergamo.

“Dopo aver sentito questi bellissimi interventi – ha detto Sorte – vi annuncio ufficialmente che non mi ricandiderò a consigliere provinciale perché sono convinto che qui dentro ci sia qualcuno che possa prendere il mio posto. Voglio dare un esempio di ricambio, partendo da chi dice che bisogna dare un esempio”.

Quali traguardi attendano il vicecapogruppo del Pdl in consiglio provinciale per ora non è dato sapere. Ma di certo Sorte non farà il passo del gambero.

Scrivi un commento

*