BERGAMO — Il passaggio è sfuggito a molti, probabilmente anche a chi lo ha affermato. Ma stando a quanto detto dal vicecapogruppo del Pdl in Provincia, Alessandro Sorte, saranno Angelo Capelli e Basilio Mangano i candidati del blocco formigoniano al prossimo congresso del partito.

Della candidatura dei due si mormorava da tempo. Ma la conferma è arrivata per via indiretta dal discorso di Sorte, venerdì, alla presentazione della candidatura di Enrico Piccinelli per lo schieramento laico.

Capelli e Mangano erano dati come più che papabili da mesi. Capelli aveva ripetutamente smentito ma la presentazione delle linee programmatiche dei formigoniani era stata assegnata a lui, “in qualità di portavoce” aveva tenuto a sottolineare. Ora, dalle parole sfuggite a Sorte, che si è rivolto a loro come ai due avversari di riferimento per il congresso, si evince che Capelli e Mangano saranno tutt’altro che portavoce, anzi. Sono stati citati come coloro che “al congresso porteranno un contributo importante con cui i laici si confronteranno”. Leggasi: i candidati del blocco formigoniano.

Altro passaggio importante del discorso di Sorte, la proposta di evitare i “listini bloccati”. Ovvero, per le elezioni del coordinamento provinciale il giovane esponente del Pdl suggerisce che non ci siano nomi già assegnati, ma ogni candidato in lista si confronti con le preferenze effettivamente raccolte.

Scrivi un commento

*