BERGAMO — “Abbiamo un piano di dismissioni del patrimonio dello Stato per far diminuire le tasse. Lo sottoporremo a Monti”. Lo ha detto il deputato bergamasco del Pdl Gregorio Fontana, durante il No tax day, la manifestazione organizzata sabato scorso dalla Giovane Italia alla Casa del giovane di Bergamo.

“Per noi l’Imu deve essere una tassa temporanea. Il nostro obiettivo è quello di eliminarla dal prossimo anno. E se non sarà possibile, di toglierla almeno per la prima casa. Ma per diminuire le tasse però bisogna reperire altre risorse – ha spiegato Fontana -. Il piano che noi abbiamo ben chiaro e sottoporremo con forza a Monti è non solo quello di cercare le risorse da una spending review seria, ma anche da un piano di dismissione del patrimonio dello Stato”.

“Come un buon padre di famiglia, che per far fronte alla situazione economica vende la sua seconda casa, lo Stato ha un enorme patrimonio, 3-400 miliardi di euro che possono essere liberati e messi per diminuire il debito e quindi far scendere le tasse” ha precisato il deputato del Pdl.

“Siamo in emergenza fiscale. Ci siamo assunti la responsabilità di lasciare il governo a Monti nella consapevolezza che una maggioranza ampia gli avrebbe consentito di fare delle scelte e delle riforme che, contrariamente, la contrappozione politica e la demogogia a cui fu sottoposto il governo Berlusconi non avrebbero consentito. Se la riforma delle pensioni fatta da Monti l’avesse fatta Berlusconi avrebbero bruciato le macchine in piazza”.

“Con il decreto salva-Italia abbiamo cercato di mettere in sicurezza le cose. Ma oggi è necessaria una fase 2. Quella della crescita. Il nostro obiettivo è che le tasse che si sono messe fino ad oggi siano solo temporanee” ha concluso Fontana.

Scrivi un commento

*