ROMA — In questa intervista realizzata da Paola Medori per Bergamosera alla presentazione della pellicola, l’attrice e regista Valeria Golino parla del suo nuovo film “Miele” che vede come protagonista la bravissima Jasmine Trinca.

Il film parla di un argomento difficile e spinoso, che suscita turbamenti di coscienza: l’eutanasia. Senza prendere posizioni preconcette o esprimere opinioni di sorta, e questo è un grande pregio.

bergamosera valeria golino

Bergamosera intervista Valeria Golino alla presentazione del suo nuovo film “Miele”

La storia racconta di Irene (che dai suoi pazienti preferisce farsi chiamare Miele), una ragazza che aiuta malati terminali a morire. Lo fa con un barbiturico rimediato in Messico, ma soprattutto con una lucidità che non permette ai sentimenti di inquinare il raziocinio.

Almeno fino a quando non incontra prima un ingegnere (Carlo Cecchi), che vuole morire anche se non è affetto da nessun male.

Scrivi un commento

*